Formazione Sociale e Clinica

Sedi di FormAzione – Formazione sociale e clinica

Aule di Milano – Via Tortona, n.  37

Sede di Milano – Via Teodosio, n. 4  –  tel. 02.70638795

Aule e sede di Bergamo – Via  Giorgio e Guido Paglia, n. 26  tel 035.236385 – 347.6500755

Autorizzazione alla Formazione Continua del Consiglio Nazionali Ordine Assistenti Sociali – 26/02/2015 – Prot. 632/15

Visita il sito dedicato:  www.formazionesocialeclinica.it

L’attività di Formazione clinica e sociale si rivolge a operatori della cura e dell’aiuto, ai genitori e ai loro figli, ai giovani e agli adulti in difficoltà.

FormAzione si propone di offrire occasioni di riflessione e di confronto ad assistenti sociali, educatori, psicologi e psicoterapeuti, avvocati, magistrati, medici, che hanno il compito di educare, aiutare l’integrazione sociale e curare i bambini, gli adolescenti e le loro famiglie, attraverso corsi di specializzazione e proposte di supervisione.Sono previsti seminari rivolti alle famiglie, che rappresentano la prima rete di cura e aiuto, su temi inerenti le relazioni familiari, interpersonali e sociali.

Formazione specialistica

Si realizzano attività formative in ambito sociale e clinico con un particolare riferimento ai temi della famiglia, dell’adolescenza e del volontariato. Il sito dedicato www.formazionesocialeclinica.it, elabora occasioni di riflessione e di confronto per assistenti sociali, educatori, psicologi, avvocati, magistrati, medici e si basa su orientamenti teorici e clinici che condividono un progetto comune. Gli interventi formativi hanno come base comune la risposta alla necessità di trovare strategie e formulare percorsi di apprendimento e formazione per un’effettiva interazione tra professionisti. La distanza di linguaggi teorici, competenze e appartenenze istituzionali, intervengono a favore degli stessi utenti.  La condivisione dei progetti di aiuto e cura tra professionisti è determinante a fronte di una popolazione sempre più a rischio di povertà ed esclusione e ancora più pregnante quando si lavora con famiglie e minori, perché le scelte sono particolarmente gravide di conseguenze.

ICF e formazione operatori

Il Modello proposto dall’ICF è conosciuto ed utilizzato dagli operatori della Cooperativa Progettazione e condiviso in tutte le occasioni consentite dal contesto di intervento. Il modello, che ha la peculiarità di focalizzare l’attenzione sulla “qualità di vita” delle persone affette da una patologia e/o dai suoi esiti, integra il modello medico e il modello sociale. Alla base sta il diritto di ogni persona, a fronte di qualunque menomazione e/o disabilità che ne alteri, anche transitoriamente, l’autonomia e l’autosufficienza, di poter ricevere una valutazione diagnostica, una prognosi e un trattamento condiviso e verificabile, globalmente correlato alla complessità bio-psico-sociale della persona stessa.

Share Button
Stampa