Recupero competenze dopo una lesione cerebrale

Dopo un Ictus, un Trauma cranico o una malattia cerebrale, recuperare competenze  significa essere in grado di tornare a fare quanto si faceva “prima”.

Recuperare memoria, capacità di gestire la propria vita e un ruolo sociale si può. Si può tornare a lavorare. Servono azioni e attività di reinserimento sociale.

Progettazione è una Cooperativa Sociale con Servizi e Strutture accreditate dalla Regione Lombardia, per il reinserimento sociale delle persone cerebrolese e il supporto alle loro famiglie.

Negozi della Mente


Servizi e strutture sono a  disposizione per:

  • persone, e le loro famiglie che, dopo un periodo di coma, di degenza ospedaliera e di riabilitazione fisica e cognitiva, escono dalle strutture ospedaliere e riabilitative.
  • pazienti che sono nella fase di iniziare un graduale rientro in società.
  • famiglie che devono ripensare a un nuovo “progetto di vita” del congiunto, che tenga conto della nuova condizione di disabilità.

Gli interventi riguardano il recupero di abilità perdute, il mantenimento delle competenze residue, lo sviluppo della motivazione, il reinserimento lavorativo e sociale.


La Cooperativa Progettazione lavora per il rientro sociale delle persone cerebrolese e per il supporto alle loro famiglie dal 1999.

Ha sviluppato servizi riabilitativi che vanno dal supporto alla dimissione ospedaliera, ai Centri Diurni per il recupero di abilita’ e competenze, ai Centri Residenziali per Sollievo e la Residenzialità, all’Assistenza Domiciliare, ai Gruppi di Sostegno per i familiari, all’Housing con 16 appartamenti, ai laboratori occupazionali e formativi per il rientro al lavoro.


centro-diurno-post-ictus-milano-1Come fare: 

La persona con lesione cerebrale fruisce sempre di interventi individualizzati, funzionali al suo reinserimento sociale ed al suo “nuovo progetto di vita“.  Azioni e interventi sempre concordati con la famiglia, il medico curante e la struttura sanitaria che dimette.

Gli interventi possono iniziare all’atto dell’uscita dall’ospedale e, dove possibile, anche durante il periodo della riabilitazione ospedaliera.

Si sviluppano nel corso della convalescenza con interventi atti ad evitare l’isolamento e il deterioramento delle funzioni cognitive. Proseguono con azioni volte al miglioramento delle funzioni cognitive, al recupero delle abilità della vita quotidiano, al reinserimento sociale. 

Anche dopo molti anni dall’evento invalidante, è possibile attivare azioni funzionali al “rientro nella normalità” che si realizzano per tutto il tempo necessario al completo sviluppo delle capacità residue ed al reinserimento sociale e lavorativo.

Gli interventi si realizzano principalmente presso il Centro di Riabilitazione di Pedrengo, e si sviluppano sul territorio di appartenenza (percorsi socio- occupazionali, laboratori protetti, tirocini formativi, ecc.), presso i luoghi di lavoro e le scuole frequentate.
Le attività riabilitative sono flessibili, modulari e sono modellate in base all’iter riabilitativo e alle necessità logistiche della persona e della famiglia. Ecco come:

  • Centro Socio-Educativo per persone con cerebrolesione acquisita accreditato da Regione Lombardia (CSE)
  • Centro Diurno Disabili per persone con cerebrolesione acquisita accreditato da Regione Lombardia (CDD)
  • Centro di Riabilitazione Residenziale per persone con cerebrolesione acquisita  accreditato da Regione Lombardia (RSD)
  • Servizio di Formazione all’autonomia  accreditato da Regione Lombardia (SFA)
  • Servizio di Valutazione e Riabilitazione neuropsicologica
  • Servizio di continuità assistenziale
  • Servizio di Accompagnamento /Reinserimento lavorativo
  • Housing sociale – residenzialità autonoma protetta

Per tutto il periodo riabilitativo è possibile inoltre usufruire di sostegno psicologico e di servizi specifici di “sollievo alla famiglia”. E’ attivo, ed a disposizione dei familiari, un Gruppo di Auto Mutuo Aiuto.


Riabilitazione Bergamo 25La Cooperativa Progettazione opera in sintonia con le indicazioni della 2° CONFERENZA NAZIONALE sui “BISOGNI RIABILITATIVI ED ASSISTENZIALI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ DA CEREBRO-LESIONE ACQUISITA  E DELLE LORO FAMIGLIE”

” ….  il soddisfacimento dei bisogni riabilitativi ed assistenziali della persona con GCA nella fase post-ospedaliera assume pieno significato …….. come strumento di effettiva promozione del reinserimento sociale e della partecipazione…… della persona con disabilità.”

La Cooperativa Progettazione fa propria questa dichiarazione e ha attivato una serie di servizi funzionali al re-inserimento in società’ delle persone con danno cerebrale dovuto a ictus, trauma cranico, anossia, tumore.


Ecco le sedi 

Milano: Via Teodosio, 4 e 12 – Tel: 02 70638795 – Mob: 346 3264837 – mail:  c.maggio@cooperativaprogettazione.it

Pedrengo (Bg): Via G. Battista Moroni, 6 – Tel: 035 657351 – Mob: 346 3264837 – mail: info@cooperativaprogettazione.it

Serina (Bg):  Via Europa, 20 – tel. 0345.65185 – Mob: 346 3264837 –  mail: e.milanesi@cooperativaprogettazione.it


Share Button