News

Ausili tecnologici: contributi alle persone e alle famiglie

Con DGR n. 5631 del 26/09/2016 “Determinazioni in ordine all’acquisto di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati a favore delle persone disabili o delle loro famiglie” ex L.R. 23/99, ha stanziato i fondi e approvato le modalità operative per l’erogazione dei contributi finalizzati all’acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati a favore delle persone con disabilità per l’anno 2015 e 2016.

Le risorse a disposizione per l’ATS Bergamo sono di €. 247.056,03

A cosa devono servire:

  • contribuire all’autonomia della persona, con particolare riferimento al miglioramento dell’ambiente domestico;
  • sviluppare le potenzialità della persona in relazione alle sue possibilità di integrazione sociale e lavorativa;
  • compensare le diverse limitazioni funzionali, siano esse motorie, visive, uditive, intellettive, del linguaggio, nonché relative all’apprendimento.

La Regione Lombardia ha individuato quale criterio fondamentale per l’erogazione del contributo la coerenza dell’acquisto dell’ausilio/strumento con gli obiettivi sopra esposti.

Possono presentare domanda:

  • tutte le persone con disabilità che vivono da sole o in famiglia indipendentemente dall’età, compatibilmente con le risorse disponibili;
  • le famiglie con figli con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) di cui alla l.r. 2 febbraio 2010, n° 4 “Disposizioni in favore dei soggetti con disturbi specifici di apprendimento” (art. 4 comma 2).

Le persone disabili che hanno usufruito precedentemente dei benefici previsti dalla l.r. 23/99 possono presentare una nuova domanda per un’area diversa (vedasi punto AREE DI RIFERIMENTO) da quella per la quale in precedenza hanno ottenuto il contributo.

Viene fatta eccezione per le richieste di adeguamento/potenziamento dell’ausilio/strumento, purché acquistati entrambi con il contributo ai sensi della l.r. 23/99, in presenza di variazioni delle abilità della persona e/o necessità di sostituzione di un ausilio/strumento già in dotazione non più funzionante;

Le famiglie con figli con Disturbi Specifici di Apprendimento che hanno usufruito precedentemente di tali benefici possono presentare una nuova domanda solo per l’adeguamento/potenziamento del software specifico utilizzato, nel caso non siano decorsi 5 anni dalla data della domanda che ha dato luogo all’ottenimento del precedente beneficio.

Sono ammissibili al finanziamento:

  • strumenti acquistati o acquisiti temporaneamente in regime di noleggio, affitto, leasing o abbonamento;
  • strumenti già in dotazione alla famiglia che devono essere adattati/trasformati;
  • qualsiasi servizio necessario a rendere lo strumento effettivamente utilizzabile (installazione/personalizzazione, formazione all’utilizzo, manutenzione e costi tecnici di funzionamento, etc…)

Le Aree di intervento sono:

  • Area Domotica: tecnologie finalizzate a rendere maggiormente fruibile e sicuro l’ambiente di vita della persona disabile e a ridurre il carico assistenziale di chi se ne prende cura;
  • Area Mobilità: adattamento dell’autoveicolo (di proprietà o in comodato d’uso sia del familiare che del disabile) al fine di garantire il trasporto della persona nei luoghi di lavoro o di socializzazione.
    Per quanto riguarda esclusivamente le persone che beneficiano dei contributi di cui all’art. 27 L.104/92, gli stessi possono ottenere il contributo regionale purchè la somma complessiva derivante dal cumulo dei due contributi (art. 27 della L.104/92 e art. 4 L.23/99) non superi il 70% del costo complessivo dell’ausilio/strumento stesso;
  • Area Informatica: personal computer o tablet solo se collegati ad applicativi necessari a compensare la disabilità o le difficoltà specifiche di apprendimento (DSA);
  • Area Altri Ausili:
    • Strumenti/ausili non riconducibili al Nomenclatore Tariffario;
    • Strumenti/ausili riconducibili al Nomenclatore Tariffario, ovvero quegli   strumenti/ausili ad alto contenuto tecnologico, per i quali è riconosciuto un contributo sanitario. Il finanziamento totale (somma dei contributi) non potrà essere superiore al 70% del costo complessivo dell’ausilio.
    • Rientrano inoltre:
      • ausili per non udenti non ricompresi nel Nomenclatore Tariffario, quali vibratori, sistemi FM o IR limitatamente ai minori in età prescolare, nonché il secondo processore, non a scatola, prioritariamente per minori;
      • protesi acustiche, limitatamente alle persone affette da sordità pari o superiore a 65 decibel medi (500-1000-2000Hz) nell’orecchio migliore e ai minori con sordità pari a 50 decibel medi (500-1000-2000Hz) nell’orecchio migliore.

 PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo deve essere presentata utilizzando lo Schema tipo allegato (Allegato 1).

La domanda può essere presentata per un solo strumento/ausilio a persona, acquistato dal 1/1/2015 al 15/2/2017. Le richieste già presentate negli anni precedenti e non accolte per esaurimento fondi, saranno considerate come nuove domande, da presentare secondo le indicazioni del presente Avviso.

La domanda di contributo dovrà pervenire al Protocollo Generale dell’ATS, nel periodo dal 1° dicembre 2016 e fino alle ore 16 del 15 febbraio 2017, al seguente indirizzo:

ATS di Bergamo – Via Gallicciolli, 4 – 24124  Bergamo

 

La domanda potrà essere consegnata manualmente (orario protocollo generale dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.00) o spedita per posta raccomandata o inviata tramite e-mail, esclusivamente attraverso una casella di posta elettronica certificata (PEC), all’indirizzo protocollo@pec.ats-bg.it.

Non saranno accettate le domande pervenute oltre il termine fissato e non farà fede il timbro postale. La domanda deve essere corredata dalla seguente documentazione:

  • attestazione ISEE, ordinario o socio-sanitario, in corso di validità, o la DSU, ai sensi del DPCM 159/2013; in quest’ultimo caso l’ISEE dovrà essere presentato all’ATS entro e non oltre il 31 marzo 2017;
  • fotocopia non autenticata del documento di identità in corso di validità della persona disabile e del richiedente, se diverso;
  • progetto individualizzato, condiviso con il beneficiario, redatto dal medico specialista (pubblico o privato) eventualmente in collaborazione con altri operatori ATS/ASST (facsimile Allegato 2);
  • copia del verbale di invalidità o del verbale di accertamento dell’alunno disabile (DPCM 185/2006) o certificazione di alunno disabile dello specialista se rilasciato prima del 2006 o certificazione di DSA redatta ai sensi della L. 170/2010;
  • copia, se disponibile, del verbale di accertamento dell’handicap ai sensi della legge 104/92;
  • copia della fattura o della ricevuta fiscale o, in caso di acquisto tramite rateizzazione, copia del contratto di finanziamento dell’ausilio/strumento, comprensivi delle specifiche tecniche e dei costi degli strumenti/ausili con data non antecedente al 1/1/2015;
  • per la richiesta di finanziamento di protesi acustiche copia dell’ esame audiometrico con data antecedente all’acquisto dell’ ausilio;
  • per gli ausili riconducibili al Nomenclatore Tariffario copia del modello 03 autorizzato dall’Ufficio protesi se cartaceo oppure copia della prescrizione effettuata on line direttamente dal medico prescrittore, per entrambi con l’indicazione della quota posta a carico del cittadino.

LIMITI DI SPESA AMMISSIBILE 

Le domande vengono accolte e successivamente valutate solo se prevedono una spesa pari o superiore a € 300.  Il tetto massimo di spesa ammissibile è di € 16.000.
I contributi sono concessi nella misura del 70% della spesa ammissibile con le seguenti precisazioni:

  • personal computer da tavolo o tablet comprensivi di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, € 400;
  • personal computer portatile comprensivo di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, € 600;
  • In caso di richieste di personal computer, nella documentazione d’acquisto, dovranno essere indicati separatamente i costi di acquisto dell’hardware e software;
  • protesi acustiche riconducibili: contributo massimo erogabile € 2.000;
  • adattamento dell’autoveicolo, compresi i beneficiari dell’art. 27 della legge 104/92, contributo massimo erogabile € 5.000.

 

Per eventuali informazioni è possibile chiamare il numero 035/385379 o il numero 035/385248 dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 -12.00 e 14.00 – 16.00.

Per approfondimenti:
http://www.ats-bg.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=13693#

Ausili tecnologici

Ausili tecnologici

Share Button