News

Comune di Milano: Avviso Pubblico per la costituzione dell’elenco dei soggetti accreditati del sistema della domiciliarità

Con la deliberazione della Giunta Comunale n. 2744/2013 Il Comune di Milano avvia un processo di riorganizzazione e riprogrammazione dei servizi, a seguito delle linee/azioni previste nel “Piano di sviluppo del welfare” approvato nel 2012.

Il Bando prevede sostanziali cambiamenti per quanto riguarda i servizi domiciliari. Si orientano gli interventi professionali educativi e socio-assistenziali per minori/adolescenti, per persone anziane, per persone con disabilità e loro nuclei famigliari e più in generale tutti i sostegni domiciliari, personalizzati o in piccolo gruppo, ivi incluso il servizio di custodia sociale. Si crea un sistema più ampio, che di seguito viene denominato DOMICILIARITA’, secondo alcuni principi innovativi:

· superamento di interventi e servizi per tipologia di utenza in favore di un sistema basato sull’accesso

unificato alle risorse e linee di prodotto trasversali alle diverse tipologie di fruitori;

· attivazione di servizi/interventi fortemente orientati alla territorialità ed alla sinergia tra operatori formali

e informali, professionali e non;

· apertura alla domanda di sostegni familiari e personali emergente da strati diversi di popolazione non

ancora raggiunti dai servizi finora attivati e regolati dal Comune di Milano;

· facilitazione dell’emersione di sistemi di cura informali, oggi diffusi, ma scarsamente regolati e garantiti;

· incremento delle competenze e capacità di offerta di servizi/interventi diversificati da parte degli attuali

soggetti accreditati o diversamente attivi in materia nell’ampia esperienza territoriale locale.

L’obiettivo di tutti i servizi, sostegni, interventi denominati ora DOMICILIARITA’ è la costruzione di reti di

sostegno e offerta composite e sinergiche per:

A) Consentire o sostenere la migliore permanenza a casa propria di soggetti fragili e meno fragili che

altrimenti rischiano di dover ricorrere a sistemi di cura molto più gravosi – sia personalmente che

economicamente – quali le RSA, le RSD, le Comunità per bambini/ragazzi, per persone con disabilità, per

madri sole, per migranti etc.;

B) Prevenire o accompagnare, per tutti i cittadini che intenderanno usufruirne, situazioni anche

temporanee di crisi o disagio dovute a fisiologici passaggi di vita (nascita, adolescenza, separazioni,

solitudine, invecchiamento, lutti, migrazione etc.). In particolare quando l’assenza di sistemi di aiuto

quotidiano specifico, ma anche pratico, rendono difficili da affrontare o risolvere tali situazioni per i

singoli e per le famiglie.

PROGETTAZIONE C. Sociale, partecipa al Bando per essere inserita nell’Elenco di soggetti accreditati del sistema della DOMICILIARITA’. Collabora con un’ATI, garantendo la presenza nell’offerta complessiva con la prioria specificità’ sui servizi per la LESIONE  CEREBRALE ACQUISITA,  a favore dei residenti nella città di Milano.

Riabilitazione Milano 2

 

Share Button