News

Comunicazione digitale sulle Cerebrolesioni Acquisite: quanto serve?

Sul tema delle Cerebrolesioni Acquisite proseguono le campagne di comunicazione di Progettazione. Un tema complesso, dai limiti incerti. Che ci riporta costantemente al tema più generale della Comunicazione Sociale.

Un quesito su tutti: quanto la comunicazione sui temi sociali serve per la promozione di servizi e quindi, ha valenza economica e  quanto invece è  supporto-risposta ai bisogni di fasce di possibili destinatari di servizi?

Un tema aperto e a nostro avviso, appunto, dai contorni incerti.

Ma sui temi delle Cerebrolesioni Acquisite dovute a traumi cranici, ictus o anossie, le idee sono certamente chiare e definite.

Comunicare l’esistenza di “servizi sociali specialistici” è un aspetto della Mission di Progettazione.

I bisogni delle persone, ma soprattutto delle famiglie, dopo un evento traumatico che sostanzialmente cambia la vita dell’intero nucleo familiare, sono immensi.

Famiglie che dopo lo shock dell’incidente o della malattia del congiunto, si trovano ad affrontare il gravoso periodo della rianimazione e del coma. Poi il risveglio, la presenza di danni cerebrali e persone che non sono più le stesse. Un lungo calvario alla ricerca di nuovi equilibri e di risposte quasi mai a portata di mano.

Comunicare, trasmettere informazioni, rispondere a domande espresse e latenti, significa sostenere persone che si trovano inaspettatamente ed improvvisamente a gestire situazioni complesse e a affrontare il tema della disabilità, senza competenze personali, esperienze, e con pochissimi supporti pubblici.

Le famiglie al momento della dimissione ospedaliera non hanno riferimenti, hanno difficoltà a individuare i servizi sociali del territorio che, peraltro, faticano a trovare risorse economiche da destinare a “nuovi disabili”.

Ecco il perché di una comunicazione diffusa e, soprattutto, orientata sui nuove media

Il sito dedicato: www.traumacranico.net

su facebook: Dopo una Lesione cerebrale, ecco cosa fare. https://www.facebook.com/www.traumacranico.net?ref=hl

Il video: http://dai.ly/x2ln9d1

Share Button