Continuità Assistenziale dopo una lesione cerebrale

Continuita' assistenzialeContinuità Assistenziale e Dimissioni Protette, sono servizi sviluppati con la Regione Lombardia per assicurare alla persona con lesione cerebrale e alla sua famiglia, un passaggio assistito tra “servizi sanitari e servizi sociali”.

Dopo l’evento traumatico, il coma, la lunga degenza ospedaliera e riabilitativa, bisogna pensare al futuro. Cosa si farà dopo la dimissione ? Come mi sentirò? Su chi potrò contare?

Queste sono le domande che si pone la persona e la sua famiglia. Domande alle quali si risponde con la CONTINUITÀ ASSISTENZIALE  e le Dimissioni Protette.

Il medico che dimette, deve indicare una struttura sociale (Servizio Sociale del Comune di Residenza, Associazione o Cooperativa) in grado di iniziare subito il percorso di reinserimento nella vita quotidiana.

La Cooperativa Progettazione attiva interventi di Continuità Assistenziale in tutte le Strutture Ospedaliere della Regione Lombardia. Con il personale sanitario ospedaliero vengono predisposte e si garantiscono azioni di accompagnamento (assistenziale e riabilitativo) tra servizio sanitario e servizio sociale, offrendo un supporto mirato nel “rientro a casa”.

L’obiettivo primario  è di evitare la separazione temporale tra la riabilitazione sanitaria e sociale, assicurando così interventi precoci che si sviluppino in maniera progressiva (post-acuta precoce, tardiva, degli esiti) in relazione ai bisogni. Attraverso questo servizio la cooperativa sostiene i soggetti e i loro familiari, definisce i bisogni e le risorse attivabili e predispone un progetto di dimissione.

I servizi a disposizione presso le strutture della Regione Lombardia:

  • Supporto alla persona ed alla famiglia durante la dimissione ospedaliera;
  • Organizzazione del rientro presso il proprio domicilio;
  • Raccordo con i Servizi Sociali del Comune di appartenenza e delle strutture specialistiche;
  • Programmazione con il personale sanitario di riferimento delle attività riabilitative post-ospedaliere;
  • Raccordo con i Medici di Base per gli interventi necessari al supporto alla dimissione;
  • Monitoraggio, con le strutture riabilitative che dimettono il paziente, sui percorsi di reinserimento sociale.

Nei casi di dimissioni non protette

Nei casi in cui l’ospedale che dimette non attivi le procedure previste (anche dalla Regione Lombardia) è possibile comunque procedere con Dimissioni Assistite. La nostra Equipe prende direttamente contatti con i Medici ospedalieri per favorire il passaggio tra struttura riabilitativa e casa ( o struttura sociale).

Non esitare a contattarci. Il primo incontro informativo non prevede costi.

Dopo il passaggio Ospedale / Casa, e’ possibile attivare tutti i supporti assistenziali, rieducativi, formativi e di reinserimento sociale e lavorativo. Con un solo obiettivo: ripresa della motivazione per n nuovo progetto di vita.


 

Per Informazioni e Approfondimenti (anche prima della dimissione):

Milano: Via Teodosio, 4 – Tel: 02 70638795 – Mob: 346 3264837 – mail:  c.maggio@cooperativaprogettazione.it

Bergamo: Via Giorgio e Guido Paglia, 26 – Tel: 035 236385 – Mob: 347 6500755 – mail: info@cooperativaprogettazione.it

Pedrengo (Bg): Via G. Battista Moroni, 6 – Tel: 035 657351 – Mob: 346 3264837 – mail: info@cooperativaprogettazione.it

Serina (Bg):  Via Europa, 20 – tel. 0345.65185 – Mob: 346 3264837 –  mail: e.milanesi@cooperativaprogettazione.it


Per altri informazioni  visita anche il nostro sito: www.traumacranico.net

Share Button
Continuita' assistenziale