News

“ Disturbi cognitivi del paziente psichiatrico ”

Disturbi cognitivi del paziente psichiatrico: due ricerche pilota, con l’obiettivo di studiare nella pratica la relazione tra cognizione e psicopatologia.
Realizzate dalla Cooperativa Progettazione in collaborazione con le Comunità psichiatriche della Cooperativa La Bonne Semence.

Un macro-obiettivo: potenziare i percorsi di inclusione sociale di persone con patologie psichiatriche.
Attualmente i soggetti psichiatrici vengono, usualmente, presi in carico per le disfunzioni psicopatologiche senza considerare la funzionalità cognitiva ed i disordini ad essa correlati. Abbiamo ritenuto necessario studiare un modello integrato ed unitario. Infatti, una maggiore adeguatezza della presa in carico del paziente psichiatrico, non solo migliorerebbe la funzionalità globale del soggetto, ma consentirebbe un minore coinvolgimento sul lungo termine dei servizi territoriali sanitari.

Lo studio sui disturbi cognitivi del paziente psichiatrico ha avuto lo scopo di:

  • promuovere un legame sempre più stretto tra impostazione cognitiva e modello di studio dei sintomi;
  • descrivere le anomalie che colpiscono i processi cognitivi sottesi alle patologie psichiatriche;
  • stabilire correlazioni tra indagini neuropsicologiche, neuromorfologiche, neurochimiche e della biochimica recettoriale consentendo di formulare ipotesi sui meccanismi psicobiologici sottesi ai processi disfunzionali che si ritengono interposti tra substrato neurale e funzioni comportamentali e relazionali di crescente complessità;
  • ottenere una maggiore comprensione sull’outcome clinico del paziente affetto da patologie psichiatriche, proprio in quanto le funzioni cognitive si correlano in maniera diretta ed indiretta con il funzionamento psicosociale della persona;
  • lavorare sulle aree cognitive “deboli” in modo da incrementare la funzionalità dei processi coinvolti nell’organizzazione quotidiana e progettuale di questi soggetti, consentendo un maggiore controllo dell’ambiente di vita;
  • comprendere la funzionalità del sistema cognitivo-intellettivo del soggetto psichiatrico, indagando quelle aree che sono coinvolte nella costruzione del ricordo e nella capacità progettuale (interactionist model of memory and prospection); attenzione, funzioni esecutive e memoria.

Il campione studiato era costituito da 29 soggetti con età compresa tra i 19 e i 52 anni (M 33 D.S 12,05); la maggior parte del campione è maschi (61,5%), mentre il restante 38,5% femmine.

I risultati della ricerca saranno presentati al XIX CONGRESSO NAZIONALE della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica, 2019, “Il percorso verso la cronicità in riabilitazione neurologica”  in programma a Perugia dal 4 al 6 Aprile 2019, con un Poster dal titolo  “I disturbi cognitivi del paziente psichiatrico”.

Per approfondimenti:
http://www.sirn2019.it/

disturbi cognitivi del paziente psichiatrico

Share Button

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply