Figli adottati e minori stranieri

Minori stranieri adottati

Minori stranieri adottati

Per figli adottati, minori stranieri, quante difficoltà di adattamento alla scuola italiana? Quanto e’ difficile per un bambino o un adolescente straniero integrarsi? Per tutti questi aspetti è chiamata in causa la sua identità

Il bisogno di integrazione può spingere a negare i riferimenti originari, portando a creare fratture all’interno della famiglia.

In altri casi, l’adolescente può faticare a trovare un equilibrio tra gli elementi derivanti dalla doppia appartenenza, non riuscendo a fare propri modelli percepiti come distanti da sé e dalle proprie caratteristiche culturali.

La condizione adottiva

Non è raro incontrare soggetti che presentano benessere psicologico e performance scolastiche nella media, se non addirittura superiori. È molto importante non avere pregiudizi e non dare per scontata la presenza di problematicità nei minori adottati.

Ma nell’ “essere adottato”  sono connessi alcuni fattori di rischio e di vulnerabilità che devono essere conosciuti e considerati, per  strutturare una accoglienza scolastica e sociale in grado di garantire il benessere sin dalle prime fasi di ingresso in classe, nella convinzione che un buon avvio sia la migliore premessa per una positiva esperienza scolastica negli anni a venire.

In questo senso è necessario che tutto il contesto di accoglienza sia preparato e costruisca strumenti utili, non solo per quanto riguarda l’aspetto organizzativo, ma anche didattico e relazionale, a beneficio dei bambini, dei ragazzi e delle loro famiglie.

Naturalmente prassi e strumenti adeguati dovranno essere garantiti anche nelle fasi successive all’inserimento, con particolare attenzione ai passaggi da un ordine di scuola all’altro.

DOVE TROVARCI

Per la scuola:

Nell’ambito delle azioni di educazione interculturale, realizzate dall’Equipe della Cooperativa Progettazione per gli allievi delle scuole elementari e medie, si attivano progetti di promozione del successo scolastico-formativo per bambini e adolescenti stranieri che presentano episodi di disadattamento, difficoltà e inadeguatezza in campo scolastico.
L’obiettivo è la prevenzione della dispersione e dell’abbandono scolastico, attraverso la valutazione e la riabilitazione dei disturbi specifici dell’apprendimento.
Il progetto, che si realizza attraverso interventi di valutazione e sostegno riabilitativo individuale, è fortemente integrato con i servizi informativi ed educativi presenti sul territorio, i servizi socio-assistenziali del territorio e le famiglie dei destinatari.
Si integra, inoltre, con le reti di scuole per la gestione di attività comuni, scambio di esperienze e buone prassi in campo didattico, azioni finalizzate a promuovere il coinvolgimento degli allievi stranieri e delle loro famiglie nella comunità scolastica.


Certificazioni:

Progettazione è iscritta al “Registro Nazionale degli enti e delle associazioni che svolgono attività a favore dei cittadini stranieri” con il numero A/7001201 IIBG.


Per approfondimenti e supporti  nella gestione di problematiche relazionati e legate al mondo della scuola è possibile rivolgersi ai Centri RicreAzione di:

Milano: Via Teodosio, 4 – Tel: 02 70638795 – Mob: 346 3264837 – mail:  c.maggio@cooperativaprogettazione.it

Milano: Via Teodosio, 12 – Tel: 02 70638795 – Mob: 346 3264837 – mail:  c.maggio@cooperativaprogettazione.it

Bergamo: Via Giorgio e Guido Paglia, 26 – Tel: 035 236385 – Mob: 347 6500755 – mail: s.travellini@cooperativaprogettazione.it

Pedrengo (Bg): Via G. Battista Moroni, 6 – Tel: 035 657351 – Mob: 346 3264837 – mail: s.bozzolo@cooperativaprogettazione.it

Serina (Bg):  Via Europa, 20 – tel. 0345 65185 – Mob: 347 6500755 –  mail: info@cooperativaprogettazione.it


Gli interventi sono realizzati da psicologi e pedagogisti clinici perfezionati in Psicopatologia dell’Apprendimento, Mediatori culturali, Laureati in Scienze dell’Educazione, Psicomotricisti e Operatori socio-educativi.

Per approfondire:

http://www.cooperativaprogettazione.it/ambiti-di-intervento/mediazione/

Share Button
figli adottati