News

“L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello” un saggio neurologico di Oliver Sacks: un modo diverso per parlare di lesioni cerebrali acquisite.

New York 1985.
L’autore racconta alcune sue esperienze cliniche di neurologo e descrive alcuni casi di pazienti con lesioni encefaliche di vario tipo, che hanno prodotto i comportamenti più dolorosi e imprevedibili.

« Mi sento infatti medico e naturalista al tempo stesso; mi interessano in pari misura le malattie e le persone; e forse sono anche insieme, benché in modo insoddisfacente, un teorico e un drammaturgo, sono attratto dall’aspetto romanzesco non meno che da quello scientifico, e li vedo continuamente entrambi nella condizione umana, non ultima in quella che è la condizione umana per eccellenza, la malattia: gli animali si ammalano, ma solo l’uomo cade radicalmente in preda alla malattia.»

In ogni capitolo Sacks descrive alcuni casi clinici particolari che gli è capitato di incontrare nella sua esperienza come neurologo di una casa di cura statunitense.
La componente umana di ogni sua storia, la realtà del paziente, viene descritta con toni a volte umoristici, a volte molto pietosi e dolorosi, mentre l’analisi clinica sulle cause che hanno provocato questo particolare tipo di comportamento è sempre precisa e rigorosamente scientifica, pur producendo talvolta anche riflessioni filosofiche (e, raramente, anche religiose) sulla natura più profonda della malattia in sé.

PROSSIMI APPUNTAMENTI:

Milano, 14 ottobre,  Convegno- GCA in età evolutiva: bambini ed adolescenti dopo una lesione cerebrale, per un nuovo progetto di vita

Per approfondimenti, clicca sui link sottostanti:

www.cooperativaprogettazione.it
https://it.wikipedia.org/wiki/L’uomo_che_scambi%C3%B2_sua_moglie_per_un_cappello

Riabilitazione Bergamo 181

 

Share Button