News

Le bugie possono essere un buon segno

Le prime bugie dei bambini potrebbero essere il segnale di un importante traguardo nello sviluppo cognitivo.

Lo afferma Marjorie Rhodes, professoressa di psicologia alla New York University e ricercatrice, basandosi sulle sue osservazioni ma anche su diversi studi sullo sviluppo cognitivo e sociale.

In pratica, le bugie dimostrano che i bimbi hanno cominciato a comprendere certe dinamiche che riguardano la realtà, l’esperienza, la soggettività.

Intorno ai 4 anni i bimbi possono cominciare a dire le bugie, piccole e spesso buffe. Alcuni genitori lo percepiscono come un problema, è qualcosa che li mette a disagio.
Tuttavia, racconta l’esperta, la capacità di dire bugie è un’importante pietra miliare nello sviluppo cognitivo dei bimbi, e come tale andrebbe considerato. Quando cominciano a mentire è perché hanno capito che la realtà non è univoca, che le persone credono a cose che non è detto siano veritiere.

Che l’esperienza plasma il punto di vista. La ricercatrice fa l’esempio di suo figlio, 4 anni, che le dice di essere vestito, e quindi pronto per uscire a giocare. Ma qualche minuto dopo lo vede mentre gioca, in pigiama.

Ecco che il piccolo ha dimostrato di aver capito che se la mamma non lo vede non può sapere cosa indossa, e che manipolare quello che lei pensa può tornare utile a lui.
Ha cercato di instillare nella mamma una falsità per arrivare al suo scopo.

Questo è un modo di ragionare che per un bambino è assolutamente sofisticato. Dimostra che ha compreso come la realtà non sia scontata e non sia univoca.
Pensate a quando si gioca a nascondino con un bimbo più piccolo, diciamo di 3 anni, spesso per ‘nascondersi’ cela solo la faccia, pensando che se lui non vede, nessun’altro lo può vedere.
Perché dà per scontato che la realtà sia una sola, e tutto sia oggettivo.
Comprendere che la bugia è un modo di manipolare la percezione della realtà degli altri è uno step evolutivo notevole, che la psicologia dello sviluppo studia da tempo.
Certo, mentire è un comportamento che va scoraggiato, ma è interessante realizzare che le prime bugie sono un buon segno, significa che il bimbo sta accrescendo le sue doti mentali.

Per approfondimenti sul tema trovate l’intero articolo della professoressa Rhodes a questo link

Per maggiori info:
http://www.npr.org/sections/13.7/2017/10/02/552860553/when-children-begin-to-lie-theres-actually-a-positive-takeaway

Prime bugie

Prime bugie

Share Button