Dopo di noi – Legge 112 del 2016

DOPO DI NOI – La Legge 112 del 2016

Da molto tempo abbiamo avviato sperimentazioni sull’abitare i autonomia. 

Abbiamo costruito azioni ed interventi legati al tema del Dopo di Noi favorendo lo sviluppo di percorsi di allenamento all’autonomia e all’acquisizione di competenze paralleli a programmi di accompagnamento e sostegno ai caregiver nei percorsi di distacco-separazione.

Durante la realizzazione è stato necessario adottare strumenti di valutazione nuovi che favoriscono una lettura dell’attuale contesto assistenziale e relazione e soprattutto, per il bene del soggetto disabile e per la sostenibilità del sistema, operano in termini previsionali a breve, a medio, a lungo termine, ponendo particolare attenzione alle condizioni “operative” del caregiver.

Sono state effettuate delle mappature caso per caso che hanno tenuto in considerazione le diverse condizioni (età, stato di salute, sostituibilità, condizione economica, …) della persona con disabilità e del proprio caregiver.

L’analisi della capacità assistenziale del caregiver effettuata nel tempo ha permesso di offrirgli in maniera crescente un supporto adeguato per proseguire nel suo ruolo e favorito un percorso di separazione e di fiducia verso gli operatori di riferimento.

Questa modalità a favorito altresì la possibilità di costruire dei progetti non su base emergenziale: la Legge 112 del 2016 e’ una buona opportunità

Ogni persona ha bisogno di un “suo” Progetto di vita.

Ecco, comunque, alcune proposte. Contattaci!

PERCORSI DI SVILUPPO E POTENZIAMENTO DELL’AUTONOMIA, DELLA CONSAPEVOLEZZA DI SE’ E DELLE ABILITA’ SOCIO-RELAZIONALI

Tali interventi vengono costruiti con personale specialistico (educatori, neuropsicologi, terapisti occupazionali, psicologhi e psicoterapeuti, …) ed hanno l’obiettivo di accrescere le competenze e l’autonomia personale, oltre che favorire l’utilizzo di strategie compensatorie anche attraverso l’utilizzo di ausili tecnologici.

Possono essere realizzati attraverso:

  • Interventi individualizzati presso le strutture di ProgettAzione o il proprio domicilio
  • Attività laboratoriali presso i servizi diurni
SOGGIORNI EXTRAFAMILIARI

Sono percorsi che hanno l’obiettivo di accompagnare e sostenere la persona e i caregiver in un percorso di separazione favorendo la creazione di rapporti di fiducia

 l’acquisizione e il potenziamento di autonomie e una maggior presa di consapevolezza di sé e delle proprie competenze socio-relazionali ed abilità.

Questi interventi vengono organizzati presso l’RSD di Serina o una struttura al lago d’Iseo (di proprietà della Cooperativa La Bonne Semence) o presso alloggi gestiti dal Gruppo IN, dove sperimentare percorsi di potenziamento dell’autonomia e di graduale distacco/separazione.

È possibile attivare interventi di sperimentazione di percorsi di autonomia abitativa in continuità con i servizi diurni gestiti da ProgettAzione utilizzando i minialloggi situati sopra il Centro Diurno di Pedrengo.

RICOVERI DI PRONTO INTERVENTO E SOLLIEVO

Sono periodi di ricovero temporaneo presso l’RSD di Serina ed altre strutture gestite dal Gruppo IN, che consentono alla persona e al proprio nucleo familiare di recuperare energie fisiche, psicologiche e relazionali, spesso compromesse dall’evento invalidante.

Sono interventi legati anche alla difficoltà di gestione del “rientro al domicilio” dopo un periodo di degenza ospedaliera e consentono alla famiglia d’attivare la necessaria organizzazione domestica, strutturale e di ausili necessari ad accogliere il proprio congiunto nell’abitazione.

INTERVENTI DI DEISTITUZIONALIZZAZIONE

Sono percorsi che richiedono un accompagnamento graduale ed elastico al fine di favorire la dimissione dalle strutture residenziali ad alta protezione. Prevedono un continuo monitoraggio e supporto non solo per gli aspetti di natura concreta, ma soprattutto per quelli emotivi e relazionali-comportamentali. Prevedono un importante lavoro di rete con le strutture pubbliche e private di riferimento, ma anche con tutti gli Enti territoriali (volontariato, sport, …).

SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA
  • incontri individuali, con uno psicologo/psicoterapeuta, che hanno l’obiettivo di sostenere ed accompagnare il caregiver e i familiari in un percorso di separazione dalla persona con disabilità e di riconoscimento delle potenzialità e bisogni dello stesso. Tale intervento è necessario al fine di poter costruire un Progetto di vita condiviso e basato su rapporti di fiducia e collaborazione.
  • Gruppo di auto mutuo aiuto all’interno del quale poter condividere le esperienze e riflettere sulle modalità con cui affrontare situazioni problematiche e sull’efficacia dei risultati attraverso la creazione di un clima di sostegno.
ACCOMPAGNAMENTO AL REINSERIMENTO LAVORATIVO O ALLA COSTRUZIONE DI PERCORSI OCCUPAZIONALI

Lo scopo di questo servizio è quello di realizzare, anche tramite l’inserimento lavorativo, un processo d’inclusione sociale, avvalendosi della rete dei servizi che, a vario titolo, gravitano intorno alla persona con disabilità. L’attenzione è incentrata sulle attitudini e aspettative professionali, sulle competenze residue, sulle abilità relazionali-comportamentali con particolare attenzione a chi fatica a “permanere” nel mondo del lavoro o chi necessita di sostegno ed accompagnamento durante i percorsi. Si utilizzano strumenti di mediazione lavorativa, quali tirocini, borse lavoro, formazione in situazione, presso Enti o Aziende, previa l’individuazione dei tempi, delle modalità, della posizione professionale e delle necessità di supporto.

Share Button
Housing sociale