News

Donne e ictus: l’invecchiamento femminile aumenta le probabilità che la prima manifestazione di un problema cardiovascolare sia un ictus anziché un infarto

E’ stato dimostrato come le donne siano più soggette all’ictus. Per vari fattori come la gravidanza, la menopausa e le terapie ormonali avute nel corso della vita.

Quando le donne invecchiano cresce la probabilità che la prima manifestazione di un problema cardiovascolare sia un ictus anziché un infarto.

La ricerca ha cercato di capire quali siano i fattori che fanno aumentare la frequenza dell’ictus nelle donne più che negli uomini, scoprendo per esempio che un menarca o una menopausa precoci (prima dei dieci e dei 45 anni, rispettivamente) incrementano il pericolo. Così come avere bassi livelli dell’ormone deidroepiandrosterone o aver assunto estrogeni o estroprogestinici per via orale.

Anche aver sofferto di complicazioni in gravidanza alza la probabilità: chi ha avuto un diabete gestazionale, ipertensione durante o subito dopo la gravidanza.

Nelle donne che soffrono di emicrania con “aura”, che utilizzano contraccettivi orali e hanno il vizio del fumo si registra per esempio un rischio 30 volte maggiore di essere colpite da ictus.

Il fumo poi è più pericoloso per lei (basta una sigaretta per provocare gli stessi danni di tre-cinque sigarette nell’uomo) così come il diabete, che moltiplica il pericolo di malattie cardiovascolari da 3 a 5 volte.

Per i soggetti più a rischio, ma in generale per tutti, dovrebbe essere sempre seguita una dieta corretta, e uno stile di vita sano.

Per approfondimenti:
https://www.corriere.it/salute/neuroscienze/18_febbraio_13/ictus-donne-sono-piu-rischio-uomini-anche-giovani-78dec4c2-1081-11e8-8b0f-f8d0f1ff88c4.shtml

Donne prevenzione ictus

 

Share Button

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply